Risveglio spirituale

Come essere felici da soli

In un mondo iper-connesso come il nostro, dove la stessa struttura della nostra società sta subendo un rimodellamento e una riformulazione grazie alla tecnologia che avanza a velocità record e dove le antiche istituzioni che contribuivano a creare un legame tra gli esseri umani (come la religione) stanno crollando, è naturale che un numero crescente di persone si senta solo.

A causa della globalizzazione di massa, delle crisi pandemiche, delle scelte politiche, della cancel culture e di tanti altri fattori sociali, non sorprende che molti di noi DESIDERINO essere soli! A volte, però, non è semplice imparare ad isolarsi e molti non sanno come gestire questa voglia di solitudine.

La solitudine come recupero di se stessi

C’è ancora molto stigma attorno al tempo che trascorriamo da soli.

Da persona che ha sempre avuto un’indole solitaria, a volte mi ritrovo a lottare con la vergogna che circonda non solo l’introverso, ma anche il solitario.

Ho una relazione forte, un micio che adoro, un lavoro che amo e una pratica spirituale che mi nutre, ma non ho molti amici. In effetti, non ho avuto un gruppo stabile di amici da quando ho finito il liceo. Semplicemente sono diventata un lupo solitario già nella mia prima giovinezza.

Ho provato a socializzare, ad unirmi a classi di yoga e meditazione, ma la verità è che sono molto più felice quando trascorro il mio tempo da sola o, al massimo, in compagnia della persona che amo e della mia piccola famiglia.

Perché amare la solitudine non è un errore

Chissà quante persone si trovano a provare i miei stessi sentimenti e, a differenza di me, si vergognano di questo loro desiderio di solitudine. Sono certa che vi sarete detti più volte “devo essere più socievole!” o “devo provare a frequentare più persone come fanno gli altri!”, forzandovi ad entrare in una natura che non è la vostra.

Forse vi sarete sentiti sbagliati. È comprensibile, ma… lo sbaglio sta proprio nel sentirsi sbagliati!

Non c’è niente di sbagliato nell’amare la solitudine, anzi! Questa peculiarità fa emergere un’estrema sensibilità e una particolare attenzione al proprio benessere personale.

Potrebbe piacerti...